ANNIVERSARIO 50 ANNI MARINA DI SAN NICOLA

Perché questa guida

di Bruno Amatucci

JOHN FITZGERALD KENNEDY, in un discorso agli americani in televisione disse: “Non chiedetevi cosa il vostro Paese può fare per voi, ma cosa potete fare voi per il vostro Paese”. Queste parole sono tornate in mente quando il 6 marzo u.s. ho saputo che il Consorzio, ossia tutti noi, in particolare i consorziati che hanno seguito l’iter della pratica anche nell’Aula Consiliare del Comune di Ladispoli, aveva ottenuto la nuova Convenzione per la durata di 10 anni. E’ stata una grande vittoria che ci premia ma consentitemi di fare due nomi: Silvia e Valeria, sopra gli altri. Non riporto a bella posta i cognomi perchè loro per prime hanno agito nell’interesse di tutti. Hanno difeso un bene comune, un bene prezioso che grazie alla “COMUNITà” di Marina di San Nicola ci invidiano in ogni angolo del nostro bel Paese. Noi - ospiti compresi - che possiamo passeggiare nella Storia attraverso lo spazio della Villa di Pompeo; noi che possiamo arrivare camminando sulla spiaggia fino alla foce del Tevere a Fiumicino. Noi che, in bicicletta, attraversando un bellissimo territorio, possiamo spingerci, senza alcun pericolo, fino a Ladispoli. Noi che di sera dall’alto della passeggiata a mare possiamo ammirare splenditi tramonti. Noi che possiamo contare su un gruppo di impiegati che mantengono la sede del Consorzio sempre sulla giusta rotta con gentilezza e professionalità. Noi che grazie al personale del Consorzio, troviamo prati, giardini e rotatorie sempre a posto. Noi che, grazie ai gestori degli otto stabilimenti, possiamo godere di ospitalità con tutto ciò che concerne giochi per bambini, wind surf, kite surf, beach volley e tanto altro, ristoranti compresi. Noi che troviamo cortesia e competenza professionale nei vari centri commerciali ed oltre. Noi che, anche d’inverno, possiamo portare i nipoti o gli animali negli spazi-giochi loro riservati. Noi che abbiamo la Scuola Don Nicolino Merlo Primaria e dell’infanzia e quella materna. Noi che abbiamo, nei mesi estivi, la disponibilità di una centrale mobile dei Carabinieri. Noi che abbiamo un centro di Pronto Soccorso che speriamo di non dovere mai usare ma che ci dà serenità. Noi che possiamo pregare in una Chiesa che non ammette distinzioni. Noi che possiamo godere di alcuni mercatini di vero interesse. Noi che usufruiamo di una Società per la sicurezza di eccellenza che ci tiene al riparo di un mondo sempre più cattivo. Noi che abbiamo un presidio della Guardia Costiera sempre all’erta. Noi che accogliamo chiunque venga da fuori non come turista ma come ospite. Noi che, di fatto, viviamo in uno scrigno dove le vere perle siamo noi perchè, alle volte, bastano un saluto e un sorriso anche ad uno sconosciuto per sentirci meglio. Un sorriso dona tanto e costa poco. Allora sfogliamo con un sorriso queste pagine: abbiamo il privilegio e l’onore di essere italiani con la fortuna di essere nati in questo splendido Paese. Ve lo dice uno che per lavoro ha girato il mondo: l’Italia è bella ma Marina di San Nicola di più, anzi molto di più.

 

Libro 50 Anni Prima Parte

Prima Parte

Libro 50 Anni Seconda Parte

Seconda Parte

Libro 50 Anni Terza Parte

Terza Parte